strumento per vendere auto

Come rendere un articolo il tuo miglior strumento per vendere auto.

Una volta assodato che avere un proprio blog, oggi è fondamentale, il passo successivo è capire “cosa e, soprattutto, come scrivere”.
Superare insomma il classico blocco dello scrittore: guardare, per ore e ore, quel monitor bianco, con il cursore in alto a sinistra che lampeggia e dirsi “e adesso?”.
Parliamoci chiaro, senza troppi giri di parole, il Contenuto è il Re, nel gergo si dice “The Content is King”.
E’ la base da cui partire e dobbiamo focalizzarci al massimo. E’ il tuo strumento per vendere auto nell’era digitale.
Qui ci giochiamo tutto: la nostra reputazione, la fiducia del cliente e la possibilità o meno di essere visti come esperti del nostro settore.
Non basta scrivere per fare centro nella mente dei lettori. Dobbiamo dare valore a quello che scriviamo: qualità e allo stesso tempo originalità.
Quando parlo di originalità  mi riferisco sempre a personali spunti di riflessione, ad aneddoti e storie realmente accadute.
I 4 elementi da tenere in considerazione quando iniziamo a scrivere sono:
  • raccogliere le idee
  • immedesimarsi nei lettori e capire cosa vogliono leggere
  • utilizzare un italiano corretto (tempi verbali e punteggiatura)
  • rispettare  le regole base di forma e grafica (titoli, sottotitoli, paragrafi, immagini, link)

RACCOGLIERE LE IDEE

raccogliere le idee

Uno dei segreti dei blogger di successo è quello di informarsi in continuazione. Partecipare a corsi specifici sulla nicchia di riferimento e leggere tutte le fonti disponibili (blog, siti internet, riviste, forum, gruppi facebook, Social Network, ecc… ecc…) su quel determinato argomento.
Non devi avere paura di trattare temi già affrontati dai tuoi competitor. Potresti addirittura prendere spunto proprio dai loro articoli. L’importante è non copiare e dare il giusto taglio, il tuo punto di vista e la tua soluzione a quello specifico problema.
Se parli ad esempio di veicoli commerciali non puoi pensare di avere argomenti vergini. Tutto ruota intorno ai medesimi aspetti: fiscalità, portata, dimensioni, benefici di un mezzo piuttosto dell’altro, prezzo, ecc… ecc…
Devi prendere ispirazione da quello che leggi o senti frequentando la tua nicchia di riferimento ed elaborare il tuo punto di vista.

IMMEDESIMARSI NEI LETTORI

immedesimarsi nei lettori

Scrivere un articolo di successo significa creare un impatto positivo sul lettore. In pratica devi catturare la sua attenzione e portarlo a leggere il tuo post fino alla fine.
Se riesci a fare questo hai fatto bingo.
La strada da percorre per creare articoli vincenti è quella di immedesimarsi nei lettori, capire davvero cosa stanno cercando e che risposte vogliono ricevere dal tuo articolo.
Un consiglio potrebbe essere quello di prevedere dei post chiamati “casi studio”, dove racconti quello che è successo a un tuo reale cliente.
Le persone amano immedesimarsi nei racconti altrui.
Prendi sempre una posizione nei tuoi articoli, non avere paura di schierarti in una direzione. Il lettore potrà o meno essere d’accordo con te, ma continuerà a leggere. L’obiettivo è proprio quello di interagire con il visitatore attraverso i commenti.
Quando scrivi non pensare al posizionamento sui motori di ricerca, pensa invece ai lettori. Mettiti nei loro panni. Sono loro le uniche persone a elevarti (o meno) a professionista  e non Google.
L’ideale è offrire la soluzione e non parlare del problema specifico. I nostri lettori conoscono benissimo cosa vuol dire avere quella necessità e sono in cerca della soluzione.
Più sarai bravo a fornire valore e più avrai un pubblico affezionato che condividerà i tuoi articoli sui vai Social Network. Per te questo si traduce in traffico gratuito al tuo blog e conseguente posizionamento nella mente delle persone come esperto.

UTILIZZARE UN ITALIANO CORRETTO

scrivere italiano corretto

Quando scrivi un articolo devi pensare anche alla forma linguistica, alla grammatica e alla punteggiatura.
Cerca di utilizzare dei periodi brevi.
Questo per due aspetti:
. rendi più facile e veloce la lettura.
. riesci a controllare meglio i vari tempi verbali.
Quando scrivi utilizza la punteggiatura, rende tutto più fluido, spezza i tempi di lettura e rende più scorrevole lo stesso articolo.
Alla base di tutto ci deve essere ovviamente un corretto uso della lingua italiana. La prima fase di stesura, quella che viene definita “la bozza”, scrivila senza pensare a nulla. Butta giù le tue idee e sviluppa frasi su frasi. 
Ricorda che avere un blog non significa diventare uno scrittore di professione. Il tuo compito è comunicare attraverso informazioni di valore e con una corretta proprietà linguistica.

RISPETTARE LE REGOLE BASI DI FORMA E GRAFICA

regole da rispettare

E’ quella che io definisco la parte pratica del nostro lavoro di “scrittori”. Sono i consigli e i trucchi utili per creare degli articoli “cattura attenzione”.
La prima regola è progettare la struttura del tuo articolo in blocchi. Dividi tutto in brevi paragrafi, questo aiuterà il visitatore a leggere e capire meglio quello che hai scritto. Il filo logico è fondamentale. Non saltare mai da un argomento ad un altro senza motivo.
Un articolo deve essere composto da:
. un titolo: deve essere il più accattivante possibile per spingere il visitatore a leggere l’articolo.
. una introduzione:  metti in evidenza il problema.
. una parte centrale: offri la tua soluzione a quello specifico bisogno.
. una conclusione: inserisci  spunti di riflessione personali.
. una call to action (chiamata all’azione) chiara: invita il lettore a compiere una azione, ad esempio “Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui Social Network”.
Cerca di pensare, durante la stesure del tuo post, ad  una divisione logica anche dei sottotitoli.
Mi spiego meglio: cerca di dare un nome (scritto magari in grassetto con una dimensione più grande) ad ogni paragrafo.
QUANTO DEVE ESSERE LUNGO UN ARTICOLO

La lunghezza dell’articolo è un altro aspetto da tenere bene in mente, principalmente per due motivi:
. migliora il suo posizionamento sui motori di ricerca, perchè aumenta anche il tempo di lettura di un visitatore.
. permette di offrire delle mini guide e quindi dare più valore a quello che hai scritto.
Non c’è una regola scritta, ma la teoria dice che un buon articolo deve essere tra le 500 e le 1.000 parole. All’interno di questo parametro il tuo post è un ottimo strumento per vendere auto.
Se l’articolo supera le 1000/1500 parole puoi pensare a dividerlo in due o tre puntate.
USO DI IMMAGINI e VIDEO

La nostra mente è fortemente attratta dalle immagini. Nel mondo online, poi, questo fenomeno assume un’importanza ancora più elevata rispetto al tradizionale cartaceo.
Prova a pensare  quando stai scorrendo la tua bacheca su Facebook e ti imbatti in un’immagine carina che ti spinge a cliccarci sopra. In un attimo stai leggendo un articolo che mai avresti letto se non fossi stato catturato da quella foto. E’ proprio questa la potenzialità delle foto: catturare l’attenzione dei lettori.
Consiglio sempre di scegliere con cura le immagini che vogliamo inserire nel nostro articolo. Facciamoci aiutare anche da alcuni siti gratuiti come www.it.freepik.com (io lo utilizzo sempre). Possiamo elaborarle e modificarle anche con il programma gratuito www.canva.com.
Ricorda che un testo senza immagini non converte mai bene, appesantisce la lettura e in molti casi porta il lettore ad abbandonare il post. Devi, quindi, introdurre delle interruzioni che siano foto, video o semplici icone.
Quando inserisci una fotografia compila sempre in fase di editing il testo alternativo (Alt). Questo è fondamentale anche ai fini del posizionamento sui motori di ricerca. Deve essere una breve descrizione di cosa rappresenta quella foto.
INFOGRAFICHE

Negli ultimi anni, nel mondo della comunicazione multimediale, si sono diffuse le infografiche. 
Cosa sono?
Sono tutti quei modelli che uniscono elementi grafici a informazioni o dati.
E’ un modo “carino” per illustrare i tuoi dati, renderli interessanti e comprensibili, interattivi e soprattutto virali.
La viralità e il grande potenziale comunicativo sono infatti gli aspetti più importanti.
Infografiche ben create riescono ad ottenere  grandi consensi tra i lettori e numerosi condivisioni sui Social Network.
Vengono utilizzate per rendere più leggibili riviste del settore, brouchure informative, siti web, presentazioni, proiezioni statistiche e quotidiani.
Le infografiche si servono di diagrammi di flusso, tabelle, grafici e mappe concettuali. Tutti questi elementi sono accompagnati da una cura per l’aspetto estetico, un uso sapiente dei colori ed una originalità nella presentazione.
Un sito valido per creare Infografiche è www.piktochart.com.
USO DEL GRASSETTO E DEL CORSIVO

Uno dei trucchi maggiormente utilizzati per enfatizzare un concetto è l’utilizzo del grassetto. Gli obiettivi sono principlmente due: catturare subito l’attenzione del lettore ed evidenziare le parole “chiave”.
Se vogliamo segnalare, invece, l’identità di un termine possiamo utilizzare il corsivo (termini tecnici, parole straniere di uso non comune o titoli di film, opere d’arte o libri).
Il corsivo e il grassetto sono importanti, oltre che per dare rilevo ad alcune parti di testo, anche per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca in ottica Seo.
BULLET (ELENCHI PUNTATI E NUMERATI)

Un’altra tecnica estremamente efficace per creare un articolo più fluido e rapido è l’utilizzo di elenchi e liste. Tra i copywriter si chiamano Bullet Point.
L’obiettivo è allegerire il testo e renderlo più leggero gli occhi del visitatore.
Puoi utilizzare numeri, lettere o simboli come ad esempio “.”.
Il mio consiglio è di farne un buon uso soprattutto quando vuoi evidenziare “a colpo d’occhio” alcuni elementi, problemi, benefici o vantaggi. Ad esempio se imposti un articolo con “I 5 segreti per vendere velocemente la tua auto” potrebbero aiutarti molto a spezzare, anche graficamente, il tuo post e a renderlo così più fruibile.
Tieni conto un altro aspetto altrettanto importante. Solitamente un lettore di blog non ha mai tempo. Non è come leggere un libro che ci si mette comodi sul divano. Generalmente l’internauta legge mentre guarda le notifiche su Facebook e i Tweet su Twitter. In pratica è sempre distratto da altro, quindi più riesci a rendergli semplice e veloce la sua lettura e più ti terrà in considerazione anche in futuro.
Alcuni consigli pratici:
. pensa ad un Bullet Point come ad un vero e proprio titolo.
. rendi i Bullet Point  uguali tra di loro in termini di lunghezza.
. non abusarne o ottieni l’effetto contrario
La regola non scritta, ma di grande impatto, è riuscire a mettere in ogni elenco puntato la caratteristica, il problema/vantaggio e la soluzione.
CREA COLLEGAMENTI (LINK) INTERNI ED ESTERNI AL TUO SITO

Nella maggior parte dei casi un nostro articolo è la conseguenza di un qualcosa che abbiamo letto in rete. Non c’è nulla di male a patto che, come già detto, non venga copiato da un’altra fonte. Il tuo compito è elaborarlo e dare il tuo punto di vista.
Se hai trovato utile il post di un altro blogger o fonte, citalo all’interno del tuo articolo. Trasferirai fiducia anche al tuo lettore.
Il link ad un’altra risorsa esterna deve essere visto come un ulteriore approfondimento della stessa notizia.
Anche qui non dobbiamo abusarne. Il link deve essere spontaneo e mai più di uno ad articolo.
Se stai affrontando un argomento che hai già trattato in un altro tuo post crea un collegamento interno. Questo ti porta a due benefici: allunga i tempi di lettura sul tuo blog e crea un approffondimento su di un tema a te caro.
 
STIMOLA IL COMMENTO E NON AVERE PAURA DELLE REAZIONI NEGATIVE

Chi decide di scrivere un blog, quasi certamente, lo fa con l’intento di essere letto e soprattutto creare una iterazione con i lettori.
Un modo per entrare in contatti con i lettori è invogliarli a commentare un tuo articolo.
Uno dei trucchi è quello di chiedere un parere, proprio sottoforma di domanda, alla fine del tuo post.
Un suo commento darà il via a una sorta di conversazione digitale che può offrire elementi aggiuntivi al tuo post. Puoi dare altre chiavi di lettura e altri spunti di riflessione. Potrebbe in molte casi dare inizio ad un tuo nuovo articolo.
Il tuo compito è quello di rispondere a tutti i commenti, anche a quelli negativi. Sempre con professionalità e rispetto. Più la tua risposta è rapida ed esaustiva e più fidelizzi il lettore perchè si sente preso seriamente in considerazione. Sarà più stimolato, insomma, a interagire con te anche in futuro.
AGGIORNAMENTI E PUBBLICAZIONI

Non esiste una regola precisa che spiega quanto e quando scrivere. Quello che ti posso dire, dalla mia esperienza, che all’inizio (nei primi 3 mesi) devi prevedere un articolo alla settimana  o ogni due. Non avere paura su cosa scrivere, con le giuste strategie avrai una infinità di idee da sviluppare. Il consiglio è leggere, leggere e leggere tutto quello che esiste sulla tua nicchia (libri, forum, blog, news, riviste, ecc… ecc….).
La costanza nella pubblicazione è fondamentale, soprattutto, nella prima fase. Una volta che ti sei fatto conoscere, puoi pensare a dei post più corposi a distanza anche di un mese l’uno dall’altro. 
Dal vivo puoi fare affidamento sul tuo look, sulla tua dialettica o simpatia, ma nel web l’unico strumento per vendere auto è il tuo post. Tienilo sempre a mente.
Shares
RESTA IN CONTATTO
Unisciti al nostro gruppo di professionisti. Riceverai informazioni preziose, consigli utili e strategie efficaci per diventare un venditore digitale.
Odio lo Spam. I tuoi dati sono al sicuro. Rispettiamo la tua Privacy.
The following two tabs change content below.
Venditore d'auto per professione e web marketer per passione. Felicemente sposato con Stefania e papà di Viola. Aiuto i venditori di auto ad acquisire una propria identità online al fine di vendere di più, a un prezzo più alto rispetto ai competitor e di farlo in maniera costante e automatica. Venditoredauto.it è la mia palestra e la nostra community del venditore digitale.

Category: blog personale

Tags:

One comment

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Stefano Brazzoli

Venditore d'auto per professione e web marketer per passione. Felicemente sposato con Stefania e papà di Viola. Aiuto i venditori di auto ad acquisire una propria identità online al fine di vendere di più, a un prezzo più alto rispetto ai competitor e di farlo in maniera costante e automatica. Venditoredauto.it è la mia palestra e la nostra community del venditore digitale.
Shares