CHI SONO

Piacere di conoscerti.
Voglio partire subito col dirti cosa non sono:
Non sono uno dei cosiddetti “GURU” delle vendite e non voglio definirmi insegnante di qualcosa. Sono solo una persona comune, proprio come te, che ha fatto, però, un percorso informativo e formativo nel mondo della vendita online e più precisamente nell’acquisizione di clienti attraverso internet. 
Ho perso il conto a quanti corsi di formazione ho partecipato e di quante notti ho trascorso a studiare materiale di grande valore. 
Ho seguito e seguo tuttora gli insegnamenti dei principali “maestri” del web marketing, del brand positioning e della vendita in generale, sia italiani che americani (qui sono avanti almeno 10 anni rispetto a noi).
Il mio percorso è sempre lo stesso: studio, metto in pratica, sbaglio, torno a studiare, rimetto in pratica finché non ottengo risultati. 
Dopo questa breve introduzione è arrivato il momento di presentarmi ufficialmente e dirti chi si nasconde dietro al tuo schermo.
Sono Stefano Brazzoli, ho 34 anni, sono felicemente sposato con Stefania e ho una meravigliosa bimba di nome Viola. 
Sono il fondatore di VENDITORE D’AUTO DIGITALE e autore dell’ebook “Come guadagnare vendendo con i gruppi facebook”.

 

stefano-brazzoli
Nella vita di tutti i giorni sono un venditore d’auto “digitale”, nel senso che la mia attenzione è rivolta principalmente al web. Ritengo che internet, sia oggi più che mai, una miniera di contatti.
Ci tengo a dirti subito una cosa: ho scelto di essere un venditore d’auto, l’ho voluto fortemente.
Questo per farti capire che la mia attività non è improvvisata (come vedo invece in questi ultimi anni), ma è frutto di sacrifici, studio e scelte professionali molto importanti.
Da 11 anni, infatti, ogni mattina mi sveglio con lo spirito giusto per affrontare la mia giornata lavorativa. Una giornata che,  come la tua, è caratterizzata da successi, enormi incazzature, ma anche grandi soddisfazioni.
Se anche tu sei un venditore di auto sai benissimo cosa vuol dire il nostro lavoro: weekend di porte aperte, riunioni all’ultimo minuto, straordinari non retribuiti, litigi con la moglie o marito “perchè non siamo mai a casa anche nei fine settimana”, figli che ti dicono “anche oggi che è domenica devi andare al lavoro?” e “parole” dai clienti e spesso anche dai nostri titolari o responsabili.
Ho messo in evidenza solo gli aspetti negativi della nostra professione, ma sappiamo entrambi che ce ne sono moltissimi altri positivi, che ci danno la forza e l’orgoglio di affrontare tutto questo.
Per chi è nuovo in questo mestiere non può capire il cambiamento che si è verificato intorno a questa meravigliosa professione. E non parlo solo dal punto di vista economico. Tutto si è modificato e soprattutto la percezione che la gente ha di noi venditori di auto.
Spesso siamo visti come semplici commessi (nulla contro i commessi e massimo rispetto) e non come dei professionisti del settore.
Certo non è tutta colpa degli altri. Sicuramente ci abbiamo messo del nostro per arrivare a questa situazione, ma la realtà odierna è davvero tosta da sopportare: case madri che tengono per le palle i titolari di concessionari e quest’ultimi che spesso si sfogano con noi. E’ il cane che si morde la coda.
Da sempre sono appassionato di web marketing, formazione e benessere finanziario.
Da diversi anni ho creato da zero alcuni business “automatici” in molteplici settori: nutrizione, coaching e vendita su internet.
Tutte queste realtà, come quella dell’automotive, hanno in comune una cosa sola: una costante ricerca di clienti.
Ogni business che si rispetti, infatti, deve avere due componenti:
[icons style=”icon-flag” color=”#ff0000″] una buona considerazione di te da parte delle persone (brand positioning)
[icons style=”icon-flag” color=”#ff0000″] un sistema in grado di generare in modo continuato clienti targettizzati.
A rovinare tutti gli schemi è arrivata la crisi. Non si può negare che moltissime attività hanno chiuso con conseguente licenziamento di molti operai, ma tu, con tutta onestà, hai provato a capire cosa ha portato la chiusura di queste realtà commerciali, magari presenti da moltissimi anni sul territorio?
Cosa dici: le tasse? Il governo? La concorrenza? La politica?
Si anche, ma ti dico una cosa.
Sai perché hanno chiuso?
Perché  non hanno saputo trovare clienti e adattarsi al cambiamento che è in atto.
Pensa al 2008, invece,  all’anno della “vera” rottamazione, a quando i clienti entravano,a flotte,  in salone.
Quanto vendevi? Ti ricordi, vero?
Ora togliti quel sorriso stampato sulle labbra, torna alla realtà e pensa all’attuale situazione del tuo salone.
Ti dipingo uno scenario tipo: venditore alla scrivania che cazzeggia su Facebook, concessionaria muta come un pesce, quella maledetta porta d’ingresso che non si apre e titolare incazzato nero che guarda i propri dipendenti “lavorare”.
Sai cosa mi ha salvato in questi ultimi 3 anni?
Internet e la mia spasmodica voglia di trovare soluzioni alternative.
Ho deciso di formarmi  frequentando corsi di web marketing e  di vendita.
Quello che ho capito davvero, e ti posso garantire che funziona visto che ho applicato questo sistema agli altri miei business online, è che non è il settore a fare la differenza, ma il modo con cui lavori. Devi avere una strategia.
Alla base di tutto oggi c’è il MARKETING, che è un sistema più moderno di “fare pubblicità”.
Prima di portare il sistema VENDITORE D’AUTO DIGITALE in questo blog ho fatto moltissimi test.
Per 2 anni l’ho testato, ho sbagliato, sono ritornato a studiare e a rimettere in pratica.
Adesso posso dirti con assoluto orgoglio che funziona davvero. 
Seguimi, cresceremo insieme.